Asm apre le porte agli studenti vogheresi

Convenzione con le scuole per un percorso formativo in Azienda

VOGHERA – Asm Voghera e le scuole cittadine, un binomio che ancora oggi continua a produrre degli effetti positivi sulle nuove generazioni. La Holding di via Pozzoni ha stipulato una convenzione con alcuni prestigiosi istituti scolastici vogheresi avente come oggetto l’alternanza scuola-lavoro che, in base alla nuova legge, viene oggi denominata P.C.T.O. (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento).
Grazie a questa convenzione Asm Voghera Spa, storica azienda nata nel 1899 e ancora oggi protagonista della Città e del territorio oltrepadano, apre le porte agli studenti per garantire loro un periodo di apprendimento nei principali settori aziendali, con un percorso formativo personalizzato che consente agli studenti non solo di certificare le competenze acquisite, ma anche di imparare le dinamiche del mondo del lavoro e di lavorare al fianco di professionisti.
All’iniziativa hanno partecipato tre istituti scuole vogheresi: l’Ipsia Calvi, il Liceo statale Galileo Galilei e l’I.I.S. Maserati – sezione Baratta. Sei sono invece gli studenti che hanno aderito al P.C.T.O.: Carolina Gilardi (Maserati – Sezione Baratta), Shada Moi, Edoardo Gianotti, Mario Malacalza e Rebecca Pala del Liceo Galilei e Alessio Scafidi dell’Ipsia. Coinvolti anche i docenti Mary Antoniazzi dell’istituto Baratta, Anna Maria Forlino, Pablo Genova, Giancarla Binda e Paola Guado del Liceo Galilei.
Gli studenti si alterneranno nei settori dell’amministrazione e finanza, della direzione generale, delle risorse umane e della società controllata Asm Vendita e Servizi.
“Per la nostra Azienda è un onore poter partecipare a questo progetto che coinvolge alcuni istituti scolastici che, come noi, rappresentano la storia della città -sottolinea Fabrizio Raina, Responsabile del settore Risorse Umane di Asm Voghera – I ragazzi avranno l’opportunità di affrontare un’esperienza significativa. Non solo una vetrina, ma un impegno in un’attività di impresa che sarà anche formativa per il loro percorso futuro e che, mi auguro, possa consentire loro anche in futuro di incrociare nuovamente la prestigiosa strada di Asm”.