La Comunità Energetica a Voghera e nell’Oltrepo

Energia verde a disposizione del nostro territorio

VOGHERA – Comune di Voghera e Asm stanno organizzando le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) sul territorio cittadino e sui Comuni del territorio dell’Oltrepò Pavese. Infatti l’Assemblea di Asm ha deliberato all’unanimità il Progetto delle CER che permetterà alla città di Voghera ed agli altri Comuni di essere in primissima linea sul fronte della sostenibilità energetica.
“Il Comune di Voghera ha accolto favorevolmente l’iniziativa promossa da Asm, fondamentale in un contesto energetico così incerto. La CER è in grado di accelerare l’accesso all’energia “a km 0” grazie alle risorse rinnovabili disponibili a livello locale, permettendoci di offrire alla città servizi sempre più tecnologicamente all’avanguardia e sostenibili per l’ambiente – dichiara la Sindaca Paola Garlaschelli – La collaborazione di Asm consentirà al nostro ente di rispondere alla manifestazione di interesse di Regione Lombardia e di candidare il nostro progetto di CER al fine di ottenere il necessario supporto finanziario” Non nasconde la propria soddisfazione il Presidente di ASM Sergio Bariani: “In realtà stiamo lavorando a questo progetto da tempo; volevamo presentarci in Assemblea con tutte le carte in regola per presentare l’organizzazione che permetterà di raggiungere l’obiettivo della prima Comunità Energetica Rinnovabile sul territorio dell’Oltrepò. Credo che il voto unanime da parte dei Comuni Soci, che ringrazio per l’attenzione rivolta, dimostri la bontà di quanto stiamo proponendo”.
A fianco dello staff tecnico di Asm lavorerà una delle più importanti società di consulenza energetica a livello nazionale, che segue altri Progetti in Italia sull’argomento. “Le CER sono una delle nuove frontiere per gli approvvigionamenti energetici per le utenze civili come istituzioni, terziario, associazioni, ospedali” – dichiara Il Direttore Generale di Asm Maurizio Cuzzoli – “La nostra Azienda proporrà il progetto CER a tutti i Comuni del territorio, così da poter guardare ad una transizione energetica verso smart city e mobilità elettrica”.